Dieta a Natale? Come gestire il peso durante le feste

dicembre 12th, 2014 No Comments

pranzo di nataleMolti di noi vivono il Natale con preoccupazione, soprattutto se c’è qualche difficoltà nella gestione del peso o altre problematiche correlate allo stile di vita alimentare. Ed ecco che proprio all’arrivo delle feste comandate e dei tradizionali luculliani banchetti si presenta puntualmente ancora più forte il problema della dieta…!

Occorre ribadirlo: non c’è nulla di più sbagliato e controproducente in queste occasioni che iniziare o continuare una dieta.

Prima di tutto dal punto di vista psicologico infatti deprivarsi di tutto ciò che significa tradizionalmente e culturalmente un’occasione speciale, una festa, il piacere della tavola, e un momento in cui condividere questo piacere con i propri cari con piatti speciali e alimenti che vengono proposti solo una volta l’anno, rende questa strategia non solo penosa per chi la vive, e spiacevole per coloro che ci sono vicini, ma anzi non fa che peggiorare il problema del peso e del rapporto col cibo a medio e lungo termine.

Non è difficile immaginarsi la classica situazione: immersi fra tanti profumi e colori, e di fronte a innumerevoli piatti appetitosi, magari già dopo un periodo di sacrifici alimentari preventivi (altro errore!) con l’acquolina in bocca, in un momento di festa condivisa in cui tutti gli altri non si risparmiano, ma si gustano le varie pietanze e manicaretti voracemente e senza problemi sotto il vostro naso, invitandovi a fare lo stesso, trovando assurdo il vostro rifiuto e rispondendo alle vostre remore con il classico: “ma dai, solo per questa volta…” rendendo così l’impresa ancora più ardua e frustrante.

pandoro-dolce-natalizioMettiamo anche di farcela, di non ‘sgarrare’ (parola terribile), e mangiare solo lo stretto necessario evitando perfino il panettone. Tutto ciò che otterrete è di non esservi affatto goduti la festa né la compagnia, ed avrete accumulato un senso di frustrazione tale che vi accompagnerà anche i giorni successivi, magari anche fino a Pasqua. E non è finita qui… nei giorni successivi infatti avrete a che fare con un altro problema: gli avanzi! Salumi, sottoli, paste al forno, arrosti, alcolici, … e soprattutto dolci, dolci, dolci di ogni tipo!

La privazione tipica delle diete restrittive e della mentalità del dieting, in particolare se messa in atto in occasioni social-tradizional-gastronomiche come il Natale, comporta una cascata di reazioni fisiche e psicologiche che vanno ad ‘alimentare’ non solo la fame ‘nervosa’ e le oscillazioni di peso (sindrome dello yo-yo) che in questo modo aumenterà lentamente ma inesorabilmente, ma anche ad incrementare la frustrazione ed il senso di colpa, rendendo sempre più complicato il rapporto con il cibo, con il proprio corpo e con gli altri.

Quello che si deve fare per uscirne, è prima di tutto mettersi in testa che non è il sacrificio totale o la totale privazione per un periodo (come prescrive la classica dieta) che ci fa mantenere magri e in salute -anzi questo ci porterà a buttarci sui cibi più dannosi ricchi di sale e zucchero appena possibile: ciò che conta è la cura del proprio stile di vita alimentare e di movimento ogni giorno, che va modificato gradualmente fino a trasformarlo in normalità, in routine quotidiana, portata avanti spontaneamente, volentieri e senza sforzo, perché ci rendiamo conto che ci fa stare bene e ne vale la pena. È ciò che si sceglie di acquistare, di cucinare, di ordinare ogni giorno che ci fa perdere peso e ci fa passare tanti piccoli e grandi disturbi, e su questo occorre lavorare con piccoli cambiamenti quotidiani, fiducia, costanza, consapevolezza, un po’ per volta. dolci-nataleNon è facile né immediato, perché il richiamo del comfort e delle vecchie abitudini è dietro l’angolo, ma un passo alla volta è possibile, e gratificante.

A quel punto, le occasioni speciali, in quanto occasioni, non impatteranno minimamente sul peso né sulla salute, e potremo godercele appieno, senza problemi o sensi di colpa! Perché il giorno dopo, o la settimana dopo, riprenderemo la nostra piacevole routine quotidiana salutare e consapevole. E questo ci renderà soddisfatti e felici, non solo a Natale, ma ogni giorno.

Alcuni consigli per i giorni “critici”

  1. Iniziate i pasti sempre con della verdura, sia durante i pranzi e cenoni che i giorni successivi, e mantenete questa buona abitudine per sempre! Le verdure vi aiuteranno prima di tutto ad essere meno famelici, a regolare meglio il senso di fame durante il giorno, ed il peso corporeo.
  2. Cercate di mantenervi attivi il più possibile, non solo dopo i pasti abbondanti delle feste ma anche i giorni a seguire. Lasciate perdere il solito film natalizio sul divano e andate a camminare tutti insieme, o a giocare attivamente con i vostri bambini!
  3. Le feste sono finite ma a casa ci sono ancora le golose rimanenze… riservate i dolci rimasti per la mattina a colazione, questo vi aiuterà a non esagerare durante il giorno.

Ti è piaciuto questo articolo? Partecipa alla mia Campagna su Indiegogo.com e aiutami a diffonderla!

Commenta

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.