In forma dopo le feste

gennaio 13th, 2017 No Comments

Cari amici, auguri di buon anno!!!

Apriamo il 2017 con una intervista sul settimanale Visto, per parlare di come rimettersi in forma dopo gli eccessi delle feste, senza diete o sensi di colpa, ma in salute.

Intervista di Raffaella Regoli

L’abbuffata delle feste è passata. Restano sul terreno chili di troppo, gonfiore, stanchezza, tossine da eliminare. Pensate di correre ai ripari mettendovi subito a dieta? Niente di più sbagliato. Banditi i sensi di colpa e le “diete privative” fai da te. Le ricerche lo dimostrano: l’approccio punitivo al cibo non fa che peggiorare la situazione. Meglio tornare  alle  sane abitudini per gradi. Abbiamo chiesto qualche consiglio a Sara Campolonghi, psicologa, coach alimentare e nutritional therapist.

A lei non piace usare la terminologia “mettersi a dieta”, perché?

“Il meccanismo è semplice.  Quando noi ci depriviamo di alcuni alimenti e non ci nutriamo a sufficienza, il nostro corpo mette in atto meccanismi di difesa:cioè va a cercare i cibi industriali, ricchi di farine e zuccheri raffinati, immediatamente consolatori che rispondono al bisogno di emergenza calorica. Si innesca così un circolo vizioso che ci fa ingrassare: si riprendono subito i chili, si fa yo-yo con il peso, la glicemia oscilla e i vuoti di stomaco spingono a rimangiare di nuovo. Ecco perché è importante imparare a nutrirsi in modo sano e divertente. Il cibo naturale è vita. E deve essere un piacere e un prendersi cura di sè, non un tormento o peggio una punizione”.

Come  tornare allora in forma dopo le feste?

“Durante le feste abbiamo gioito a tavola, ma anche mangiato tanti alimenti di origine animale (salumi, formaggi, carne) e molti dolci. Ora è tempo di tornare alla regolarità. Allora in questo periodo scegliamo di ridurre questi alimenti, via libera invece  a verdure e ortaggi, meglio se di stagione e possibilmente locali,  che ci aiutano a depurarci e saziarci senza appesantire. E poi, se vogliamo perdere quei chiletti di troppo accumulati, impariamo a mangiare più spesso legumi e cereali integrali durante la settimana: ci nutrono, ci saziano di più, bloccano la fame nervosa e quella fastidiosa sonnolenza dopo i pasti”.

Quale è una giornata tipo per nutrirci in modo sano e liberarci dalle tossine?

Iniziamo dalla colazione, momento importantissimo della giornata. Per depurarci, appena alzati bere a digiuno un bicchiere d’acqua calda con il succo di mezzo limone.  Quindi scegliamo alimenti semplici, tipo muesli di cereali integrali , senza zucchero, con latte vegetale (di soia, di mandorle, di riso, e altri tipi variando spesso) e una manciata di frutta a guscio, tipo mandorle, noci o nocciole. Oppure yogurt naturale o kefir, a cui possiamo aggiungere uvetta e cannella. A chi piace il pane, va bene anche una fetta di pane integrale o germogliato con crema di anacardi o di mandorle. E’ importante variare spesso,  e riscoprire il piacere dei cibi poco lavorati, non continuando a mangiare gli avanzi dei dolci natalizi carichi di grassi, zuccheri, calorie vuote. Questo non va bene, soprattutto per i bambini”.

Cose consiglia in questi giorni per un pranzo e cena nutrienti e disintossicanti?

“Iniziamo  sempre con un piatto  di verdura, meglio se cruda, come una bella insalata. Poi abbiniamo i legumi con i cereali per avere un pasto completo, tipo fagioli, lenticchie e ceci con riso integrale, orzo mondo,  farro monococco o qualche volta pasta integrale, sempre accompagnati da verdura, meglio se cotta a vapore. Alla sera prepariamo delle buone zuppe, come minestroni, vellutate, zuppa di miso, passata di verdure e legumi. Per non arrivare al pranzo e alla cena affamati, può essere utile fare un piccolo spuntino con frutta a guscio abbinata a della frutta fresca o disidratata, tipo un fico secco e due noci, come facevano i nostri nonni”.

Tre regole facili da adottare sempre per alimentarci in modo sano

Iniziare i pasti  principali con un bel piatto di verdure, variando tutti i giorni.  Imparare a preparare il cibo in modo semplice, cuocendo il più possibile a vapore, divertendosi  a scegliere alimenti nuovi e sani. Condire i nostri piatti con un buon olio extravergine d’oliva, meglio se a crudo, con limone o aceto di mele naturale, aggiungere sempre erbe aromatiche e zenzero fresco, se piace, usare al posto del sale il gomasio o salsa di soya autentica di buona qualità. E poi masticare lentamente il cibo, non ridurre il pasto a un momento meccanico, gustare quello che si è preparato, divertendosi a scegliere sempre alimenti nuovi e sani da portare in tavola”.

Commenta

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.