La pillola magica

aprile 26th, 2016 No Comments

Se ci soffermiamo a pensare all’approccio prevalente nei paesi industrializzati occidentali nei confronti della salute, ci accorgiamo subito che si fonda sulla cura del sintomo più che sulla prevenzione e promozione della salute.

Normalmente iniziamo a occuparci della nostra salute quando c’è qualcosa che non va, invece che coltivarla attraverso scelte quotidiane consapevoli relative al cibo, al movimento, al sonno, allo stress, ecc. insomma al nostro stile di vita di tutti i giorni. Spesso ci facciamo condurre per anni da priorità e interessi lavorativi prima di capire quanto occuparci di noi stessi sia importante per preservare integro il dono più grande che abbiamo: la salute.

Questo tipo di approccio ci predispone a cercare soluzioni immediate e veloci quando il problema si manifesta, senza preoccuparci della ragione per cui è insorto; per fare qualche esempio tipico: ho frequenti mal di testa, magari a causa di una postura scorretta da seduto o come reazione ai solfiti o alla farina bianca, e invece di cambiare postura e sedia, non bere vino o mangiare integrale, prendo una pastiglia e tutto passa. Ho le rughe, la pelle secca e spenta perché non bevo sufficiente acqua, fumo e non mangio alimenti che la rendono luminosa, elastica e giovane, come le mandorle, il limone, ecc., ma invece che bere di più, smetter di fumare o mangiare mandorle, compro una costosa crema in profumeria.

Questo tipo di approccio si applica perfettamente anche al discorso “dieta”, ma con sfaccettature ancora più complesse. Il peso corporeo che porta a obesità e sovrappeso si accumula sul lungo periodo, poco per volta e attraverso scelte quotidiane errate ripetute nel tempo. Ma quando ci rendiamo conto che non possiamo più continuare così, perchè i vestiti non ci entrano più, siamo sempre stanchi, o il reflusso non ci dà tregua, cerchiamo una soluzione veloce che possa far scomparire tutto in un attimo.

Quasi ogni alimento può vantare benefici ma anche avere effetti non positivi sulla nostra salute. Nel vino troviamo il resveratrolo che fa bene al sistema cardiocircolatorio, ma contiene alcool e solfiti che invece vanno a sottrarre importanti risorse dalle nostre cellule; le arachidi apportano tante fibre, vitamine e sali minerali ma anche un’elevata quantità di aflatossine, e così via.

Dato che siamo sempre alla ricerca della pillola magica che faccia scomparire il problema il più rapidamente possibile, come per magia, ignoriamo il processo che ha portato ad avere quel tipo di problema, fatto di tante scelte inconsapevoli, abitudini consolidate e cambiamenti lenti e impercettibili nel nostro corpo, magari accumulati per anni, e diventiamo estremamente sensibili ad ogni sensazionale novità presente sul mercato che viene acclamata come la panacea di tutti i mali.

Le bacche di goji sono un ottimo frutto antiossidante, quindi se sto invecchiando troppo velocemente, non importa se fumo, bevo o mangio al fast food a pranzo e a cena, con le bacche di goji ringiovanisco e dimagrisco. Ne sento parlare, e il giorno dopo ne compro un kg; e dopo una settimana, visto che non vedo miglioramenti, ne ho mangiate troppe, e ho pure preso peso, penso che le bacche di goji non abbiano nessun potere antiaging nè altri benefici sulla mia salute.

La papaya contiene delle sostanze che fanno dimagrire, ho letto in una rivista! Ed ecco che inizio a comprare papaya e integratori a base di papaya per un po’. Ma poi non perdo peso perché non ho cambiato nulla nel mio stile di vita (eccetto un po’ di papaya), e gradualmente torno al punto di partenza, con l’idea che dicono tutto e il contrario di tutto e non so più a chi dare retta.

Quante volte ci caschiamo?? Le aziende naturalmente alimentano questo tipo di meccanismo attraverso media e pubblicità, perché quando un nuovo prodotto o alimento viene considerato miracoloso, si vende di più!

Il punto è che tanti alimenti possono darci grandi benefici, ma nessuno da solo è risolutivo né tantomeno immediato. Solo diventando parte di un quadro più ampio all’interno delle nostre pratiche quotidiane reiterate e nel lungo periodo si potrà beneficiare dei risultati. Se includo quotidianamente alimenti e pratiche salutari nella mia giornata (come aumentare la varietà di verdura e frutta della mia alimentazione, passeggiare qualche volta in più e regolarmente, bere un bicchiere di acqua calda e limone al mattino, bere the verde in foglie regolarmente, mangiare più legumi e cereali integrali, fare spuntini con frutta e noci, ecc.) e al tempo stesso vado a ridurre le pratiche controproducenti e dannose (uscire per aperitivo, mettere zucchero nel caffè, mangiare spesso snack e junk food, stare seduto a lungo vedendo a tv, ecc.), sul medio periodo comincerò a ottenere i benefici in maniera involontaria e graduale sia sul peso che sulla salute, senza accorgermene. Anche l’umore cambierà, e l’energia aumenta!

Dunque, crediamo meno alla magia e giochiamo d’anticipo: la salute è in mano nostra e possiamo farla crescere ogni giorno con piacere attraverso le nostre piccole scelte consapevoli senza fatica.

Ti è piaciuto questo articolo? Eccone un altro che ti potrebbe interessare.

Commenta

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.