Come perdere peso e coltivare il benessere ogni giorno

giugno 6th, 2015 No Comments

wellness and happynessÈ incre­di­bile pen­sare a quante occa­sioni pre­ziose ci si pre­sen­tino davanti ogni giorno per miglio­rare la salute e di come ce le lasciamo sfug­gire senza nem­meno ren­der­cene conto!

Que­sto accade prima di tutto per­ché non ci accor­giamo di quanto anche cam­bia­menti appa­ren­te­mente minu­scoli ma coltivati con costanza pos­sano fare la dif­fe­renza, sia per il benes­sere fisico che men­tale, così come per una buona gestione del peso.

Oltre all’inconsapevolezza, spesso ci fac­ciamo risuc­chiare dalla rou­tine e dalla fre­ne­sia quo­ti­diana che ci fa per­dere di vista alcune prio­rità come la cura di noi stessi nel tempo che spesso accan­to­niamo pen­sando che il resto sia più impor­tante, per poi ricor­dar­cene quando ormai è troppo tardi (per esem­pio quando ci ammaliamo).

Lo stress ed il vivere sem­pre di corsa fra mille impe­gni e pen­sieri a volte fa anche sem­brare le cose più dif­fi­cili e com­pli­cate da rea­liz­zare di quanto in realtà non siano! E quindi il cir­colo vizioso si autoa­li­menta ren­dendo ancora più dif­fi­cile met­tere in pra­tica uno stile di vita soste­ni­bile e benefico.

Ma non per­dia­moci in un bic­chier d’acqua! È arri­vato il momento di inter­rom­pere que­sto cir­colo vizioso, ed ini­ziarne uno più vir­tuoso, con poche sem­plici mosse, che vedremo insieme oggi e nei pros­simi articoli.

A pro­po­sito di mosse…

Quando vado al cen­tro com­mer­ciale rimango sem­pre così stu­pita nel vedere per­sone di tutte le età, sane e senza borse pesanti o impedi­menti, rima­nere ferme sulla scala o sul nastro mobile, sia in salita che in discesa, aspet­tando pigra­mente l’arrivo a destinazione.

Le scale mobili, gli ascen­sori, la tele­vi­sione, i video­gio­chi e la carenza di spazi dispo­ni­bili fuori casa per il gioco (es. i cor­tili) hanno aumen­tato espo­nen­zial­mente la seden­ta­rietà di adulti e bam­bini e cosa che a sua volta è con­causa di sovrap­peso e patologie correlate.

Pen­sate solo un attimo a quante ore state seduti su una sedia ogni giorno: que­sta inat­ti­vità insieme a posture scor­rette pro­duce disa­gio fisico e infiam­ma­zione, abbassa il tono dell’umore e crea tan­tis­simi pro­blemi nel tempo.

Anche solo facendo qual­che passo in più al giorno invece si va ad incre­men­tare espo­nen­zial­mente il movi­mento comples­sivo durante la set­ti­mana, e ogni mese, con uno sforzo molto mode­sto, perdendo peso senza fare apparentemente nulla. Tutto sta nel tenerlo a mente e approfit­tare delle occa­sioni che capi­tano davanti durante la gior­nata.

Come dice­vamo, al cen­tro com­mer­ciale o a casa, per­ché sce­gliete le scale mobili o l’ascensore? Forse solo per pigri­zia! Appro­fit­ta­tene per scen­dere e salire le scale con le vostre gambe, costa dav­vero così tanto?

Lo sape­vate che accom­pa­gnare il movi­mento delle gambe con le brac­cia fa cam­mi­nare più velo­ce­mente e per­mette di coin­vol­gere più gruppi musco­lari, rispetto a stare per esem­pio con le mani in tasca? Da quando esi­stono i tele­fo­nini e gli smartphone il movi­mento alter­nato delle brac­cia cam­mi­nando per strada è quasi scom­parso… pro­vate a non usare il cel­lu­lare per andare da un posto all’altro e ripristi­nate la cam­mi­nata natu­rale! Ne avrete giovamento anche dal punto di vista posturale in quanto la testa curvata in avanti a lungo andare crea problemi anche alla cervicale.

Tro­vate occa­sioni per andare a piedi invece che con la mac­china, per es. facendo la spesa al nego­zio poco lon­tano, tiran­dovi die­tro il sim­pa­tico car­rel­lino della nonna, o sce­gliendo un risto­rante dove andare con gli amici in una zona dove si può pas­seg­giare pia­ce­vol­mente dopo cena.

Avete un cane? Bene, non fate­gli fare sem­pre solo un giretto di un minuto lungo il mar­cia­piede sotto casa, ma portatelo a passo veloce fino al parco. Magari con i vostri bambini!

A que­sto pro­po­sito anche coin­vol­gere i pro­pri figli è un modo per man­te­nere uno stile di vita attivo.

In una domenica di sole, organizzate una scampagnata o una giornata in piscina. E a casa, invece di gio­care solo ai video­gio­chi o vedere i car­toni ani­mati, gio­cate alla lotta, a nascon­dino o a inse­guirvi; tirate fuori dall’armadio quel vec­chio gioco con il tabellone-tappeto colorato su cui sfidarvi a man­te­nere l’equilibrio con gambe e brac­cia intrec­ciate.

Anche i lavori di casa si possono fare insieme con i bambini, e met­tendo la musica che vi piace ad alto volume vi muo­ve­rete (e diver­ti­rete) di più!

La vostra cyclette è diven­tata un appen­dia­biti? Dis­sot­ter­ra­tela dai vestiti, e rico­min­ciate ad usarla men­tre vi rilassate guar­dando il Tg o la soap opera in TV.

Por­tate spesso i tac­chi? Que­sto limi­terà i vostri movi­menti. Sce­gliete più spesso un abbi­glia­mento comodo e sarete più por­tati ad essere attivi.

Tutto sta nel ren­dersi conto che la salute è dav­vero nelle pro­prie mani e che non costa né soldi né fatica: anche pic­co­lis­sime scelte quo­ti­diane fanno dav­vero la dif­fe­renza.

Alla pros­sima!

Ti è piaciuto questo articolo? Continua a leggere qui!

Commenta

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.