Perdere peso, sentirsi meglio: cinque passi per cominciare

luglio 28th, 2016 No Comments

Cari amici,

Tanti di voi mi scrivono afflitti da problematiche di peso, o altri disturbi fisici come ad esempio gonfiore, senso di malessere dopo mangiato, fame nervosa, reflusso gastroesofageo e gastrite, ipertensione, affaticamento e spossatezza, intolleranze, colesterolo e trigliceridi alti, o altri problemi quali sonno disturbato, apnee notturne, emicranie, irritabilità, etc. Tanti problemi che emergono ed aumentano nel tempo (anche a causa di soluzioni non corrette o non durature) strettamente legati allo stile di vita, all’alimentazione, alle abitudini consolidate e le scelte di tutti i giorni, che non si riesce a cambiare.

Ora, io rispondo sempre che non c’è una soluzione uguale per tutti, pronta all’uso, che risolva tutti i problemi da un giorno all’altro – come ad es. certe diete drastiche e veloci o prodotti miracolosi – perché non solo le abitudini consolidate in anni non possono essere smantellate in una settimana, ma anche perché ognuno di noi è diverso sotto tanti punti di vista.

Ognuno ha un proprio stile di vita alimentare e di movimento, una personale storia del peso e della salute, una propria vita sociale e ritmi lavorativi, orari, preferenze, abitudini, routines, idee e convinzioni sul cibo, su ciò che si vuole o è si disponibili a fare o a modificare, diverse esigenze che spingono a cambiare o a rimanere fermi dove si è. Tutto ciò non si può ignorare ma va considerato la base, il punto di partenza di un eventuale cambiamento, che è il frutto di una vita e diverso per ciascuno.

Inoltre, a seconda delle personali esigenze e della fase della propria vita in cui si trova, ognuno di noi ha un livello di disponibilità al cambiamento differente.

Tutti questi elementi sono importantissimi e rappresentano la chiave per poter incominciare a praticare e poi consolidare un cambiamento di abitudini reale, efficace e durevole, sperimentare un nuovo benessere nell’autogestione del proprio stile di vita e riprendere così in mano la propria salute in maniera autonoma e soddisfacente.

Questo è il mio lavoro: accompagnare le persone verso un cambiamento di abitudini efficace e duraturo, e la perdita di peso in salute, partendo dallo stile di vita, dalla storia del peso, dalla situazione e dalle esigenze personali, in maniera altamente personalizzata e quindi sempre diversa.

MA…

Ci sono delle semplici linee guida, indicazioni generali per portare beneficio a tutti coloro che sentono l’esigenza di cambiare le proprie abitudini quotidiane e dare maggior attenzione alla propria salute, ma non sanno da dove cominciare.

E così ho deciso di riassumere qui per voi i punti fondamentali attraverso cui cominciare il vostro personale cambiamento:

Cinque piccoli passi che vi potranno portare verso un maggior benessere, che ognuno di voi può iniziare a praticare un po’ alla volta, secondo il proprio ritmo e disponibilità, anche insieme alla propria famiglia, per portare un po’ più di salute in modo semplice nella propria quotidianità, senza particolare fatica o cambiamenti drastici.

Naturalmente si tratta di indicazioni molto generali che rappresentano solo un punto di partenza per cominciare, ma che non intendono curare nessuna patologia, né devono essere eseguite in caso di patologie o condizioni mediche specifiche per cui siano sconsigliate dal medico o specialista.

1. Non fare la dieta, mangia sostanza

Comincia ad acquistare più alimenti naturali, meno quelli processati e industriali. Meno scatolette, meno prodotti pronti, pre-cotti, pre-lavati, più cibo vero: per es. riso, ceci, verdura e frutta fresca.

Più gli alimenti sono processati industrialmente e lontani dalla loro forma originaria, più perdono il loro valore nutritivo, apportando così calorie vuote, additivi e conservanti che non nutrono davvero il nostro corpo ma lo affaticano, lo infiammano, e lo fanno ammalare.

Inoltre, questi alimenti saziano al momento ma subito dopo portano a fame nervosa improvvisa e incontrollata, così come dipendenza da sapori artificiali iper-sapidi e iper-dolci, per cui finirai per volerne di più, buttandoti su questo tipo di alimenti, così comodi e facilmente a disposizione, in modo sempre più incontrollato, prendendo peso, aumentando il tuo malessere, il senso di fallimento e colpa, e le probabilità di ammalarti in futuro.

2. Inizia bene la giornata

Inizia la giornata bevendo un bicchiere di acqua calda e succo di limone spremuto. Non puoi immaginare quanti benefici porti un’abitudine così semplice ed economica ogni mattina!

Inoltre, fai una colazione sana e saziante, e goditela, senza fretta.

(presto nel mio nuovo e-book scoprirai i miei suggerimenti per una colazione sana e saziante, una ricetta diversa per ogni giorno della settimana 🙂

3. Mangia verde

Riso-venere-ceci-e-zucchine-1024x681Molti di noi non mangiano verdura a sufficienza, talvolta non è nemmeno inclusa nei pasti. Inoltre in media molti scelgono molti più alimenti di origine animale che vegetale.

Inizia ad includere più ortaggi colorati e di stagione nei tuoi piatti ogni tanto, con fantasia, partendo da quelle che preferisci e seguendo ricette gustose, ed aumentando un po’ alla volta in quantità e varietà. Un piccolo passo in più: inizia il tuo pasto con la verdura, insalata, un pezzo di finocchio, zucchine a vapore, quello che preferisci, variando spesso vegetali.

Inoltre, prova a sostituire carni, formaggi e salumi con i legumi freschi o secchi che preferisci, ceci, lenticchie, fave, etc. qualche volta alla settimana, abbinandoli con alimenti integrali biologici, in particolare cereali in chicco, magari in una zuppa o piatto unico, come una insalata di riso o un cous cous integrale con ceci e verdure, molto comodo anche per un pranzo da portare al lavoro.

Con questi semplici cambiamenti, noterai una enorme differenza per senso di sazietà e benessere, e perderai peso, senza accorgertene!

4. Non saltare i pasti, fai gli spuntini

Le giornate sono spesso frenetiche, e molte volte passano tante ore tra un pasto e l’altro. Talvolta anche i pasti saltano del tutto…

Non lasciare che la fame ti assalga quando arrivi tardi a casa stravolto/a dopo il lavoro, non arrivare a doverti abbuffare alle nove di sera prima di andare a dormire, proprio il momento della giornata in cui dovresti invece stare leggero per permettere al tuo corpo di rigenerarsi durante la notte.

Non saltare i pasti, sono momenti molto importanti che, se equilibrati e sazianti, ti permettono di funzionare al meglio durante il giorno, e mantenere il giusto peso corporeo. Dedica tempo e attenzione al tuo pasto, anche se il tempo è poco perché anche come mangi fa la differenza.

E tra un pasto e l’altro, organìzzati in modo da poter avere a portata di mano un piccolo snack salutare: un frutto, frutta secca, frutta disidratata nella borsa o nel cassetto, in modo da non arrivare famelico/a al pasto successivo.

5. Muoviti!

Naturalmente la salute non passa solo attraverso il cibo. La sedentarietà può davvero compromettere il tuo benessere poco alla volta, senza che tu te ne accorga.

Quindi, cogli ogni occasione possibile per non stare seduto alla scrivania o coricato sul divano nel tuo tempo libero. Trova occasioni di coinvolgerti e coinvolgere chi ti sta vicino in passeggiate, gite fuori porta, giri in bicicletta o con il cane, escursioni, nuotate, e chi più ne ha più ne metta.

***

La salute si costruisce ogni giorno, non aspettare di perderla, per poi doverla ricostruire!

Tieni però a mente che cambiare le abitudini consolidate di tutta una vita non può essere semplice, né veloce. Il processo di cambiamento non si può accelerare a piacimento ma va coltivato, sostenuto e assecondato, capendo che ci saranno oscillazioni ed errori sul percorso assolutamente normali e che non vanno considerati come fallimenti, ma occasioni di consolidamento delle nuove abitudini.

Il cambiamento inoltre deve essere sostenibile per durare, e per diventare una nuova routine. Se mi metto a dieta, ho sempre fame, sono infelice, non arriverò a perdere peso nè in salute nè in maniera stabile, perchè chiaramente non posso pensare di deprivarmi per tutta la vita.

Ricorda sempre che cambiare non è solo questione di volontà, e non basta avere una lista di cose da fare, o sapere cosa fare, perchè sapere le cose non è sufficiente per riuscire a praticarle nella vita di tutti i giorni in maniera spontanea, efficace e soprattutto duratura e con soddisfazione. Come dico sempre, per fare una analogia, non basta sapere che il fumo fa male, per smettere di fumare.

Inoltre, anche quando pensiamo di sapere, ci sono tante false credenze e pregiudizi  che guidano le nostre scelte di tutti i giorni in maniera inconsapevole, rispetto a ciò che è sano e non lo è, come e cosa si dovrebbe mangiare per dimagrire, etc. Idee spesso parziali, fuorvianti e controproducenti, alimentate dagli interessi economici dell’industria alimentare e dalla pubblicità, che non ci aiutano ma anzi portano come le Sirene di Ulisse verso il pericoloso circolo vizioso del dieting.

Inizia a riflettere sulle tue abitudini attraverso questi cinque piccoli grandi passi. Inizia a fare qualcosa di diverso dalla tua solita routine con un atteggiamento di scoperta e cura di , non di privazione e sacrificio.

Se poi vuoi continuare e approfondire il percorso, contattami, e ti aiuterò a metterlo in pratica nel modo migliore.

Commenta

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.